Pane al pane, tempo al tempo. Il potere della buona cucina!


Pane al pane, tempo al tempo. Il potere della buona cucina!

Il pane è amato ed odiato da tutti, in base alla tipologia di dieta seguita. Ma quali sono i pregi di questo prodotto da forno e quali i difetti? Scopriamolo assieme!

Il pane nella storia della dieta

Il pane, un tempo, svolgeva un ruolo molto importante nella dieta delle popolazioni dei climi temperati. Anche se nel XVI secolo quando figurava solo sulla tavola delle famiglie più ricche, in realtà questo prodotto è sempre stato alla base della cultura alimentare greco-romana. La differenza tra popolazioni più ricche e quelle più povere stava nella tipologia di cereale scelto per la produzione del pane. Per i più ricchi, in città, il pane era bianco e di frumento mentre i contadini e i più poveri consumavano soprattutto pane nero e la polenta, cereali considerati più poveri.

I nostri nonni? Pane da mattina a sera!

Il consumo di pane non si è modificato nel corso del tempo, soprattutto se consideriamo l’alimentazione tipica dei nostri nonni. Fino agli anni ’80 il consumo di pane era alla base della dieta, si utilizzava il pane dalla colazione alla sera, in associazione a patate e legumi. Oggi tutto è cambiato e l’alimentazione sembra basata più sulla carne che sul pane. Anche se lo stesso non ha mai smesso di essere scelto dalle famiglie italiane.

Qualche numero sul pane?

Nonostante il consumo di pane si sia abbassato, sono almeno il 60% gli italiani che consumano il pane al pasto e oltre l’89% le persone che lo mangiano almeno una volta al giorno considerando un totale 96% che lo acquistano fresco. Il pane è comunque molto importante considerando che, nel tradizionale modello a piramide mediterraneo, i cereali sono la fonte principale di energia e dovrebbero occupare almeno il 60% dell’introito giornaliero. Questa fonte di energia l’abbiamo grazie all’amido di cui i cereali sono ricchi e che troviamo nel pane, nella pasta, nel riso e nei prodotti che li contengono. Sarebbe buona abitudine dunque, consumare il pane tutti i giorni, almeno due volte al giorno, ma attualmente il consumo di pane è del 12% sul totale degli alimenti

Consumare il pane tuttavia non è una semplice abitudine che possiamo portare avanti in ogni momento della nostra vita. Dobbiamo infatti considerare anche le proprietà del pane e le sue caratteristiche a livello di produzione. Noi, del Panificio Fratelli De Palo di Piazza degli Olmi, teniamo immensamente alla salute dei nostri consumatori di panificati. Per questo, in collaborazione con il Mulino Bongermino, abbiamo abbattuto lo stoccaggio lungo e abbiamo certificato la produzione del nostro grano che proviene da sola filiera controllata. Il pane così, mantiene intatte le sue proprietà ed è gustoso sopra ogni aspettativa! Chiedete ai nostri clienti, leggete le nostre recensioni, venite in negozio ad acquistare il nostro pane, scoprirete il gusto dei prodotti fatti “come una volta”.

C'è 1 comment

Add yours